Home Page
Percorso
Menu
Regolamento
Foto
Chi siamo
Tel:3200676989

Benvenuti alla 15 edizione della
Quater pass per quater piatt, quattro passi per quattro piatti. Camminata enogastronomica non competitiva di 10Km attraverso il parco del Curone nel verde delle colline Brianzole.
 Siamo giunti alla 15 edizione della nostra camminata primaverile  e ci sembra  sia arrivato il momento  di fare le presentazioni per  farci conoscere da tutti coloro che attraverso un pc vogliono partecipare a questa manifestazione dove la gente, proveniente da qualsiasi  parte, si riunisce con la voglia di trascorrere una giornata all’aria aperta,  camminando su facili, piacevoli  verdi percorsi e ....ma andiamo per ordine e raccontiamoci strada facendo.
Tutto ebbe inizio da una bellissima giornata trascorsa nelle Langhe. Dalla Brianza, con l’aiuto e la collaborazione di varie associazioni (sportive, naturalistiche, musicali ecc.) riuscimmo a riempire un pullmann e trascorrere una giornata eno-gastronomica tra  le bellissime colline piemontesi.
Fu una giornata indimenticabile e, trascinati da quell’entusiasmo, alcuni dei partecipanti  si chiesero:”perché non organizziamo anche noi qualcosa di simile in Brianza?”
La nostra  terra è un vero angolo di Paradiso e i luoghi più belli e caratteristici li vedi solo se cammini, li scopri  passo dopo passo attraverso prati fioriti, colline ricoperte da profumato  rosmarino, a proposito,lo sapevate che è il simbolo della nostra terra?, antiche cascine di pura architettura lombarda, chiese, affreschi  e, sullo sfondo, le nostre amate montagne :  e il Resegone.
Ai piedi dei monti scorre l’Adda che nell’andare quotidiano, attraversando i luoghi manzoniani, racconta la storia a tutti tanto cara, dei Promessi Sposi. Se accanto a questa poetica descrizione accostiamo il piacere di gustare cibi semplici e genuini della cucina brianzola, ne esce un acquerello di colori così armonioso da rimanerne davvero stupiti.
Presso corti  e cascine si sosta per gustare ciò che costituisce un menù completo come se fossimo in un ottimo  ristorante ma tra un antipasto, primi, secondi  ecc. ecc. si percorrono dai 9 ai . (a secondo del tragitto) attraverso il Parco  del Curone. Ci sediamo per gustare un risottino fumante e poi continuiamo il cammino verso la prossima tappa.
I cibi preparati da esperti cuochi (tutti volontari) sono piacevolmente descritti nel nostro dialetto brianzolo in quanto rispettano la cucina tradizionale dei nostri nonni e gli ingredienti rispettano l’uso e le tradizioni originali della cucina del passato così anche i termini come “pincianel” per il nostro vino o “furmagett de Muntavegia” per indicare i formaggini tipici locali e molti altri nomi , sono stati scelti proprio per evocare e mantenere vivo il folklore e la tradizione dei nostri luoghi anche tramite il dialetto da salvare.
In pochi anni questa – passeggiata- è diventata così nota che siamo arrivati ad avere una partecipazione di 1000-1200 persone, grazie soprattutto all’impegno, alla tenacia, costanza e grande disponibilità del nostro Sandro “el barbé”, personaggio simbolo che è riuscito a costituire  un Comitato formato da vari gruppi provenienti da diversi Comuni. Ognuno di essi mette a disposizione  i propri mezzi, le persone e il lavoro, assumendosi un preciso incarico da svolgere.
Ogni associazione sul territorio svolge ruoli diversi ma in occasione della “quater pass per quater piatt” partecipano tutte insieme per ottenere un unico risultato,quello di vedere la serenità e il sorriso sul viso di tutti e quando scende il silenzio della sera, si accendono le luci nelle cucine improvvisate sotto un porticato o sull’aia di una corte e ci guardiamo attorno, vediamo ancora, con gli occhi del ricordo, quella moltitudine di persone che sono passate di qui, con i loro piatti, il bicchiere al collo, i visi arrossati, sorridenti che dicono “è bellissimo, l’anno prossimo  torneremo ancora” e allora capiamo quanto sia grande il valore di ognuno di noi se riesce a donare una briciola di felicità a qualcun altro. Quella briciola ci ritorna mille volte più grande e nella sua trasformazione assume nomi diversi  ma l’intento è uno solo “stare insieme per stare bene”.










Organizzato da: Oratorio Cernusco L.- Oratorio Montevecchia-Montevecchia tempo libero -gruppo micologico-
Bagai de Mares.